Mindfulness vs distrazione

di Alessandro Nardomarino – Istruttore di Mindfulness

Siamo distratti, ma distratti tanto!

Ritmi troppo veloci, uso continuo degli smartphone, la tecnologia non sembra riuscire ad abbassare lo stress di questa parte di mondo.

Ci rifugiamo sempre di più in mondo immaginario ,di pensieri lontani da ciò che sta accadendo nel momento presente e dal suo potenziale.

La distrazione è un meccanismo di sopravvivenza come lo è identificarci con i pensieri, storie passate e sogni futuri, tutto per sfuggire al presente.

La vita scorre, corri amo cercando di risolvere situazioni, ma sembra esserci sempre qualcosa da fare, anzi, più corriamo e più la vita sembra accelerare.

A volte invece è la noia, la stanchezza mentale scaturita dall’immenso sforzo che genera la paura di non farcela.

Ci allontaniamo dal presente e quindi da noi stessi.

Sogniamo un futuro dove poter stare in qualche luogo esotico a goderci la vita, oppure in ritiro spirituale, ma sempre in condizioni tali da non essere disturbati e poterci dedicare a noi stessi.

Al di là di quale possa essere il nostro sogno, non riusciamo a cogliere tutti quegli spazi che accadono quotidianamente, quegli spazi che permetterebbero di ritrovarci, di ricaricarci.

Eppure un modo esiste.

Molte discipline orientali hanno esplorato questo mondo interiore, ognuna con le proprie modalità.

Personalmente, dopo decenni di esperienze in vari mondi della meditazione che vanno dal buddhismo al Tantra, dallo Zen alle meditazioni attive di Osho, passando da esperienze con diversi Maestri , mi sono formato come Istruttore di Mindfulness.

Un metodo di consapevolezza che trae ispirazione da varie discipline orientali ma che non ha connotazioni religiose alcune ed è stato concepito per la donna e l’uomo contemporaneo, sottoposto a stimoli assai diversi da qualsiasi realtà passata e da luoghi che, seppur affascinanti, sono molto lontani dal nostro occidente.

Abbiamo a che fare con stress nuovi o comunque vissuti diversamente dal passato.

Pratico personalmente la Mindfulness per me, esercizi di consapevolezza e tecniche meditative molto pratiche che mi danno la possibilità in ogni momento, di ritornare a me stesso, qui, adesso, tornare a ciò che mi sta davvero accadendo oltre i pensieri ed i giudizi.

Non ci può essere presenza mentre rimuginiamo mentalmente oscillando tra esperienze passate e sogni futuri.

Il presente c’è sempre ma noi dormiamo.

Come sonnambuli, una sorta di pilota automatico governa le nostre azioni e i nostri pensieri.

Diamo talmente per scontato la nostra identificazione con la continua attività mentale che le rare occasioni accidentali che ci portano fuori da questa bolla diventano occasioni eccezionali e straordinarie.

Mindfulness vs distrazione

Se vuoi approfondire, ovunque tu sia, ho strutturato un corso in 4 sessioni in diretta online: corso

E contattami direttamente per avere altre informazioni.

Studio: Via F. Baracca, 116 Viareggio

340 96 93 779 Alessandro (Telefono – Whatsapp – Telegram)

Email: ale.nardomarino@gmail.com

Alessandro Nardomarino è Istruttore di Mindfulness, Operatore Professionale Shiatsu, Insegnante di Postural Pilates, Personal Trainer, ha frequentato corsi di Craniosacrale e partecipato a ritiri e gruppi di Tantra, Meditazione (del mondo di Osho soprattutto) e Zen. Sportivo. Ha creato il Massaggio Muscolare Profondo, sintesi tra occidente ed oriente.