Cosa è la Mindfulness?

La parola Mindfulness viene tradotta come consapevolezza.

La Mindfulness ha il fine di ridurre lo stress negativo.

La definizione che ne dà il suo “creatore”, il biologo Jon Kabat Zinn è la seguente: “portare attenzione al momento presente in maniera non giudicante”.

Un pochino più nello specifico la Mindfulness è un protocollo di pratiche di consapevolezza che traggono le loro origini da alcune tecniche di meditazione buddhista e dallo Zen ma che sono state prese nella loro essenza, senza l’aspetto religioso. L’apprendimento e l’approfondimento di tali pratiche basate sull’attenzione alle sensazioni del corpo, al respiro, ai sensi, alle emozioni e ai pensieri, risvegliano le risorse necessarie necessarie per affrontare periodi stressanti.

La Mindfulness non si cala in analisi psicologiche, è un metodo per risvegliare la consapevolezza.

Ci troviamo sempre di più a vivere in contesti lontani dai ritmi naturali, magari poco pericolosi ma davvero minacciosi per il nostro sistema nervoso.

Dal lavoro alla famiglia, dallo sport agonistico allo stress di una dieta dimagrante, tutte situazioni che possono consumare le nostre risorse quando diventano scomode o quando comunque le percepiamo come tali.

Il suo ideatore come biologo ospedaliero, affiancato da personaggi di spicco in ambito mondiale ha potuto accumulare dati scientifici clinici circa l’utilizzo della Mindfulness soprattutto nei malati cronici, i più soggetti a subire nel tempo i danni dello stress correlati al loro disagio fisico costante.

La Mindfulness nasce per ridurre lo stress negativo (anche definito distress, quello mentale per intenderci semplificando al massimo) ma anche per scoprire le nostre risorse e per godere maggiormente di tutto ciò che crea piacere.

Lo stress non è qualcosa che però rimane fuori dal corpo, esso innesca delle precise reazioni fisiologiche negative nel sistema nervoso, in quello endocrino e immunitario, coinvolgendo quindi di conseguenza tutto l’organismo.

Senza dilungarmi oltremodo su cosa sia la Mindfulness, della quale trovate moltissimo sul web o in una miriade di libri, molti dei quali anche ben scritti, concludo con l’invitare a fare esperienza della Mindfulness perché descriversi ad esempio anche in maniera dettagliata il gusto di una fragola non potrà mai darvi neanche una lontana sensazione di cosa sia mangiarla.

_______

Sessioni e percorsi individuali o per piccoli gruppi di Mindfulness per la riduzione dello stress

In diretta online (video chiamata su: Skype, Zoom, Whatsapp, Messenger)

Ho maturato negli anni molta esperienza in questo campo: come sportivo intanto e poi come Istruttore di Mindfulness, massaggiatore e creatore del Massaggio Muscolare Profondo, ricercatore “spirituale”, partecipando a ritiri e gruppi di: tantra, zen, meditazione e decondizionamento.

Contattami per fissare un colloquio gratuito informativo

Scegli una modalità cliccando sopra:

+39 3409693779

 

ale.nardomarino@gmail.com

Alessandro Nardomarino Istruttore di Mindfulness

Alessandro Nardomarino è Insegnante di Postural Pilates, Istruttore di Mindfulness, Operatore Professionale Shiatsu, Personal Trainer, ha frequentato corsi di Craniosacrale e partecipato a ritiri e gruppi di Tantra, Meditazione attive di Osho e Zen. Sportivo da sempre: judoka, maratoneta, nuotatore in acque libere e corridore in montagna. Ha creato il Massaggio Muscolare Profondo, sintesi tra occidente ed oriente.