Cos’è questa cavolo di Mindfulness?

Quando si pensa alla meditazione o alla Mindfulness immediatamente arrivano alla mente associazioni mentali legate alla spiritualità.

Persone capaci di rimanere immobili per ore, molto seri, molto spirituali, molto controllati, molto distaccati… cancella tutto!

Abbandona per un attimo queste visioni.

Lavorare sulla consapevolezza non significa diventare seri, anzi, significa allegerirsi di inutili fardelli e per questo, una volta più leggero, potrà scapparti anche qualche risata vera in più!

La Mindfulness non ha a che fare con la morale, con l’etica, non appartiene ad alcun credo religioso, ed è più vicina alla scienza di quanto si pensi.

Il concetto antico di meditazione, seppur molto affascinante è quello che andava bene per alcune persone che in epoche passate in determinati contesti potevano dedicare molto della loro giornata alle pratiche “spirituali”.

Ma oggigiorno abbiamo a che fare con forme di stress completamente inesistenti allora.

In Italia la maggior parte della gente può permettersi la sopravvivenza: acqua, cibo, cure mediche essenziali e un tetto sopra la testa eppure il livello di stress non è mai stato così alto nella storia.

Difficoltà del sonno, irritabilità, stanchezza, mancanza di lucidità, pessima qualità dell’umore, abbassamneto delle difese immunitarie, sono solo alcune delle conseguenze concrete dello Stress. Quindi, a meno che tu non decida di andare solitario sull’Himalaya, dovrai probabilmente cercare il modo di vivere al meglio la quotidianità dove sei adesso continuando a fare la tua vita.

La Mindfulness è un metodo occidentale ideato dal Prof. Jon Kabat Zinn negli anni ’70, che prende ispirazioni profonde dalla meditazione buddhista (Vipassana) e viene utilizzato per allenare l’attenzione consapevole del momento presente in maniera non giudicante; un modo per essere presente anche nei momenti turbolenti, difficili, stressanti sia dal punto di vista fisico che emotivo..

Non quindi delle pratiche esotiche belle forse solo da condividere su qualche social, ma esercizi di consapevolezza creati per la realtà dell’essere umano contemporaneo.

Le sessioni si arricchiscono di quello che è stata ed è la mia strada: gli incontri con alcuni Maestri, i ritiri di Zen e Tantra, le straordinarie esperienze con le meditazioni di Osho e la mia vita giorno per giorno con le sue difficoltà, i suoi successi e i suoi fallimenti.

Ogni pratica che sperimenti fa parte della mia pratica.

Alessandro Nardomarino – Istruttore di Mindfulness

Contattami anche direttamente al 3409693779 per ricevere ulteriori informazioni.

Se mandi un messaggio con scritto il tuo nome e la parola Mindfulness, sarai ricontattato.

Meditare durante l’attività sportiva

Per info: 3409693779

Quando si sta gareggiando è necessario essere:

  • Mentalmente lucidi
  • Avere il corpo reattivo, sciolto
  • Pronti a fronteggiare moltissime difficoltà di natura pratica e mentale

Per questo motivo dedico le mie competenze come istruttore di Mindfulness e agonista, nell’insegnare ad atleti di ogni età e livello come imparare a rimanere in ascolto del corpo e in contatto con il respiro durante i momenti di stress, fatica, dolore e difficoltà, prima di una gara, in gara e in allenamento.

E’ necessario per questo allenare quella che viene chiamata attenzione sostenuta, ovvero la presenza senza sforzo.

L’allenamento prevede la pratica di meditazioni Mindfulness, che sono esercizi di attenzione alle sensazioni, al respiro e ai pensieri, esercizi da praticare anche durante la quotidianità della tua vita: mentre riposi, lavori…

La Meditazione Mindfulness non è utile solo durante una gara o un allenamento, è un diverso atteggiamento di presenza che ti aiuta a rimanere presente al momento presente, piacevole o spiacevole che sia e che approfondisco con il percorso.

Dove:

  • In diretta Online, via Skype, Zoom o in semplice video chiamata
  • In Studio a Viareggio

Per info contattatemi al: 3409693779 – Colloquio approfondito gratuito

Alessandro Nardomarino: Istruttore di Mindfulness – Operatore Shiatsu ha frequentato corsi di Craniosacrale e partecipato a ritiri di Tantra, Zen e Meditazione. E’ un nuotatore ed uno sportivo da sempre.

Buona vita.

Mollare come punto di forza

L’idea di non mollare mai è soltanto una assurdità.

Quando espiri, molli, quando ti rilassi, molli, in ogni gesto che compi una parte della muscolatura deve mollare per permettere il movimento (altrimenti saresti una statua), ad ogni espirazione molli.

Quando ridi o piangi il tuo corpo rilascia tensioni, molla.

Quando sposti l’attenzione dai pensieri al corpo, molli tensioni ed acquisisci FORZA.

Quanta paura si nasconde dietro alla parola mollare, tutta la società è un invito a resistere, a sacrificarti, mail corpo, la salute ed il benessere mentale ed emotivo sono una tua responsabilità.

Ci si dimentica che l’attività agonistica può avere una grande parte di piacere, una gioia costante e profonda non solo nella vittoria, non solo per aver passato il traguardo.

Sii coraggioso quindi molla e scoprirai quanta forza puoi esprimere quando sei più rilassato.

Nell’agonismo a qualsiasi età e livello si possono raggiungere livelli molto alti di stress che incidono sulla salute fisica, sull’umore e sulla lucidità mentale.

Lavoro spesso con gli atleti che segretamente possono “mollare” un po’ di tensione durante le sessioni che facciamo insieme.

Dopo un rilascio emozionale si sentono ricaricati e fiduciosi che le cose stanno già andando al meglio.

La tua paura di mollare dipende dal fatto che hai dimenticato di sentire il tuo corpo, non ti fidi e ascolti solo la mente, sei tutto spostato sulla mente, il corpo lo sai usare magari molto bene ma questo non significa tu sia veramente in contatto con esso.

Questo è il percorso: Mindfulness

Se sei un atleta di qualsiasi età e a qualsiasi livello e sei interessato ad approfondire.

Per info contattami al: 3409693779

Alessandro Nardomarino: Istruttore di Mindfulness – Operatore Shiatsu ha frequentato corsi di Craniosacrale e partecipato a ritiri di Tantra, Zen e Meditazione. E’ un nuotatore ed uno sportivo da sempre.